05/11/14

Nuova incisione: Uprising

Praticare significa anche che, prima o poi, l’emotivo lo si lascia indietro. Uprising è un brano che forse non possiede l’appeal di altri che ho registrato ma, in compenso, ha la caratteristica di “guidare” in qualche modo l’energia in un percorso abbastanza preciso. Se provate ad ascoltarlo in un momento di tranquillità, a volume medio-alto, provate a farlo con gli occhi chiusi, rivolgendo l’intenzione all’interno e, soprattutto, senza giudicare quello che sentite, ovvero senza dare un nome alle sensazioni che il brano evoca, limitandovi ad osservarne l’eventuale dipanarsi. Come per tutti gli altri ve lo metto a disposizione, sia qui […]
09/10/14

Antaratman Yoga – La Magia del Suono: Il booktrailer del nuovo libro

Il booktrailer del nuovo libro… I suoni usati come colonna sonora sono prodotti esclusivamente con la voce umana, a parte naturalmente il primo rintocco iniziale di cimbali. Per ogni info o acquisto o per un’anteprima, cliccate qui: book.antaratmanyoga.eu
24/10/13

Il Suono in video: suono “OA”

Due vocali contemporaneamente emesse, che vanno a “toccare” due corde distinte al nostro interno. Un suono che porta direttamente all’interno con una dolcezza particolare. Anche le immagini hanno un loro senso, se osservate insieme al suono. Buona visione! httpvh://www.youtube.com/watch?v=0tc2-u1PI5I
23/04/13

La tecnica corretta per l’esecuzione dei mantra

Eseguire un mantra non è cosa particolarmente complessa. Diciamo che però occorre un minimo di preparazione ma, soprattutto, un po’ di esercizio. La voce umana, come ben sanno cantanti, attori e conferenzieri, deve essere esercitata per funzionare al meglio. Nel caso dei mantra non si parla, ne si canta, ma si producono dei suoni che hanno un loro effetto oggettivo, un proprio peso specifico, direi. Produrre un mantra senza la tecnica adatta ne riduce grandemente l’effetto; vuoi perchè non lo si intona nel modo corretto, vuoi perchè non lo si fa risuonare come dovrebbe, sta di fatto che anche per […]
28/01/13

Perchè praticare con il suono

Qualcosa che cerco sempre di ricordare alle persone che partecipano ai miei corsi e workshop: in principio erat verbum Quel “verbum” (in latino ha un senso che dervia dal greco “Logos” ma che poi si perde nella traduzione in italiano, “verbo”) sta per il suono. Non un suono qualunque, ma una vibrazione. La vibrazione originaria, quella che anche l’ambiente scientifico mette in relazione con il Big Bang, la cosiddetta “radiazione di fondo”. Ogni elemento di questo universo è in perenne vibrazione. Non esiste nulla di statico, di fermo. Tutto vibra (oscilla), attorno ad un centro di equilibrio. Nel momento in […]
21/01/13

Cosa serve per praticare con il suono

Usare il suono della voce, sia nella pratica dei mantra che nell’uso del suono tout-court, implica diversi aspetti da tenere presenti. Innanzitutto non cantare! Il canto è una cosa, l’uso del suono un’altra. Cantare implica quasi sempre muoversi in un ambito con regole che seguono un concetto di armonia musicale, in cui l’evoluzione dei suoni prodotti segue rapporti specifici e precisi; possiamo definire il canto come una sorta di narrazione, una storia vera e propria con un incipit, uno svolgimento e una conclusione. Quando usiamo il suono, tutto ciò non è necessario, anzi è a volte addirittura deleterio. Ad esempio, […]
29/12/12

Pranayama e Voce. La respirazione nei Mantra

Quando usiamo la voce, forse la cosa più importante che tendiamo a dimenticare è la respirazione. Ovviamente, usare la voce è un atto strettamente connesso all’espiro, e per inciso è il nostro primo atto appena veniamo al mondo ma, paradossalmente, tendiamo spesso a dimenticarcene. Ecco allora che imparare o, meglio, reimparare a respirare diventa fondamentale quando vogliamo fare della nostra voce uno strumento. Ben sanno questo cantanti ed attori che studiano attentamente la respirazione diaframmatica come supporto irrinunciabile alla voce. Ma in realtà tutto l’insieme del Pranayama viene in nostro importantissimo aiuto, nel momento in cui ci accostiamo all’uso del […]
27/12/12

Natura della vibrazione

E’ interessante osservare come col cambiare del tempo alcuni concetti, caduti in disgrazia per obsolescenza culturale, tendano a ritornare in auge. Ad esempio l’etere (non il narcotico), secondo Aristotele era l’essenza del mondo celeste, ed era anche l’unico modo di spiegare il comportamento della luce e di altri fattori non materiali. Il concetto di Etere sopravvive in occidente fino a Maxwell che nella sua teoria sull’elettromagnetismo ne postula l’esistenza come elemento essenziale alla propagazione elettromagnetica. Anche Lorenz, quarant’anni più tardi, ne da una definizione secondo me bellissima, descrivendolo come un mezzo in assoluta quiete rispetto alla materia, la cui interfaccia […]
26/12/12

La Magia del Suono.

Nasce “La Magia del Suono”. Avevo bisogno di uno spazio in cui condividere ciò che in oltre venti anni di pratica ritengo di aver compreso e sperimentato, qualcosa che fosse in qualche modo strettamente dedicato a quella che da qualche tempo è diventata più che un’esigenza: direi un dovere. Ne ho anche voluto fare un’attività, consapevole del fatto che l’uso del suono, perseguito con cognizione di fatto, non solo può donare possibilità di introspezione, realizzazione e comprensione straordinarie, ma può per molti rappresentare un’efficace modo per lenire sofferenze, patologie e stati di coscienza negativi o alterati. Ecco quindi il perchè […]