14/07/15

La pratica delle 108 “U”

Avendo ricevuto qualche richiesta in tal senso, ho deciso di registrare lo svolgimento di una pratica personale, e di offrirlo come “linea guida”. Trovate la descrizione completa di questa pratica anche sul sito di Antaratman Yoga, in questo post: La pratica delle 108 “U”, in cui trovate anche i pulsanti per l’eventuale ascolto e download della traccia audio. Attenzione perchè, pur se zippato, il file pesa comunque 60 Mb. Come detto nel post indicato, questa non è una pratica per principianti, per cui sconsiglio a chi non ha sufficiente esperienza di eseguirla da solo e/o fino in fondo. Anche i praticanti esperti […]
11/05/15

Aetherial – un suono dorato

Del suono “U” abbiamo parlato spesso, sia su questo sito che su quello di Antaratman Yoga. E’ un suono veramente unico, che attiene al cuore con una vicinanza sostanzialmente univoca. Ho provato in questo brano a renderne un aspetto particolare, quello che precede immediatamente il silenzio quando, ad esempio durante una pratica di meditazione, si esegue il suono “U” con una particolare traenza, quella della solitudine, non intesa come lo stato malinconico che tutti conosciamo quanto collegato ad un concetto che in inglese viene reso perfettamente dal termine “oneness”, quel “senso di sé” che spesso si ricerca. Come sempre il brano […]
11/03/14

L’importanza di un suono stabile

Quando usiamo la voce per produrre un suono efficace, ci sono due  aspetti fondamentali da tenere presenti: la lunghezza del suono emesso e, soprattutto, la costanza della nota. Il nostro campo vibratorio è la somma di diverse “frequenze” che risuonano tra di loro, formando armonici, armonie (e disarmonie) che cambiano in continuazione. Ma sotto tutte queste vibrazioni ce ne sono alcune che variano poco o, se lo fanno, lo fanno secondo cicli precisi e rispondenti a leggi specifiche. Se vogliamo entrare in risonanza con una di queste armoniche fondamentali, dobbiamo usare un suono che sia sufficientemente costante da indurre un’armonia […]