Il Mantra OM: esecuzione corale

Il più famoso Mantra e, purtroppo, il più deriso e superficializzato. Di fatto il padre di tuttti i Mantra, OM è anche il più difficile forse da far risuonare nel modo corretto.

Di seguito trovate una registrazione del Mantra Om secondo la versione a tappeto. Ho prodotto questa incisione con una nutrita serie di registrazioni della mia voce in sovrapposizione, a cui ho poi applicato un semplice riverbero. Le note che si sentono e che non sembrano essere prodotte dalla voce sono degli armonici prodotti naturalmente dall’interferenza tra le diverse tracce.

 

Potete scaricarlo liberamente secondo le solite condizioni: non ci dovete guadagnare e se lo usate sul vostro sito o blog, per favore vi chiedo solo di citare la fonte.

OM può essere praticato da soli (ed è ovviamente la condizione più comune) ma rende davvero in modo sostanziale quando viene praticato in gruppo.

Esistono due modi di praticarlo: coordinato e “a tappeto”. In realtà il modo più potente, efficace e che produce maggiori modificazioni nei praticanti e nell’ambiente in cui viene emesso è il secondo, in cui ogni praticante segue il proprio ritmo, con il risultato che le varie esecuzioni sono sfalsate tra di loro.

In questa versione, se i praticanti sono un numero sufficiente, si ottiene una sorta di tappeto appunto, una nota costante, armonica e continua che non è dato di udire in nessun’altra condizione.

Praticare questo Mantra insieme è un’esperienza assolutamente da fare, almeno una volta nella vita perchè durante l’esecuzione, se correttamente eseguita, è molto facile distaccarsi completamente dal pensiero meccanico ed entrare in una dimensione di puro suono, qualcosa di difficilmente descrivibile a parole ma che mette in moto una quantità di energia insospettabile. Non di rado nei miei corsi e workshops mi capita di dover spiegare a qualche principiante che l’improvviso afflusso di calore che sente a livello del ventre non è una cosa di cui allarmarsi ma, semplicemente, un movimento energetico naturalmente conseguente alla pratica.

Praticando questo Mantra, la centratura dovrebbe essere focalizzata sul secondo chakra anche se, durante l’esecuzione, è naturale ritrovarsi poi focalizzati nel sesto. La natura di Om è estremamente complessa dal punto di vista teorico.

Nei Veda vi si fa riferimento come al primo e ultimo mantra, mentre in diverse scritture lo si trova coincidente con il mantra AUM. Nella pratica dei Bija Mantra, OM viene usato come intervallo tra ogni mantra, proprio a rafforzare questo concetto.

Per quanto mi riguarda, comunque, non c’è nulla come la pratica: l’unico modo di conoscere un mantra è di praticarlo. Leggere su di esso non produce nulla, se non pregiudizi, aspettative e, in definitiva, null’altro che una rappresentazione mentale del tutto soggettiva di qualcosa che, di fatto, non ha nulla di soggettivo.

Buon ascolto!

 

Commenta con il tuo nome Facebook

6 Comments

  1. francesca ha detto:

    Il Mantra OM è il mantra dei mantra .Oggi si festeggia la notte del Guru perciò ho offerto questo Mantra a tutti i Guru. l’interpretazione a tappeto è quella che preferisco Il mantra che hai fatto è bellissimo si sente che è fatto con il cuore grazie per averci regalato questa tua interpretazione. ciao

  2. V ha detto:

    Salve! Ho una domanda che spero possiate accogliere e a cui mi auguro possiate rispondere esaustivamente.
    Vi ringrazio in anticipo per la gentilezza e la disponibilità.
    Durante la mia formazione professionale in India (tecniche manuali in panchakarma) mi sono resa conto che le direttive date per recitare qs mantra divergono da quanto solitamente viene suggerito in Europa.
    La suddivisione del Suono OM => in AUM viene circroscritta e assimilata a specifiche vibrazioni da far risuonare in diverse parti del corpo, come ben saprete, ciascuna “lettera” nasce/si manifesta a partire da una “specifica parte”.
    Mentre ero in India non ho potuto/voluto affrontare ed accogliere/approfondire/apprendere qs tecnica per economia di tempo e forze; forse è inutile dire che non ho mai dimenticato le poche indicazioni ricevute (e mai agite) e che vorrei davvero poter apprendere a far risuonare in me qs magnifico mantra.
    La difficoltà, per quanto mi riguarda, parte proprio dall’inizio, non riesco a far risuonare la A, non riesco a manifestarla a partire dal “bacino”. Avete qlc consiglio da darmi in merito? Una lettura/video da suggerirmi?
    Vi dico inoltre che mi piacerebbe moltissimo poter partecipare ad uno dei vostri corsi e mi auguro un giorno di potermelo permettere (e con qs mi riferisco alla mia condizione e non alle vs condizioni per poter accedere).
    Vi ringrazio nuovamente, buon tutto a noi,
    V

  3. franz ha detto:

    Carissima V, bisognerebbe innanzitutto capire la versione che ti hanno insegnato. Comunque, a prescindere da ciò, se vuoi far vibrare una nota in una parte del corpo, occorre innanzitutto trovare la nota giusta, e questo può essere fatto variando la tonalità progressivamente fino a sentirla vibrare nel posto giusto.
    Detto questo, onestamente non ho mai sentito, a proposito del mantra in questione, ma nemmeno di altri, di una vibrazione che deve partire dal bacino. Dal perineo, forse, dall’addome… anche. Ma dal bacino mi suona nuova. L’unico aiuto che posso darti così a distanza e per iscritto, è di rilassare il più possibile la muscolatura dell’addome, lasciandolo quasi uscire verso l’esterno e poi di usare una nota molto “di gola”. Per paradossale che possa sembrare questo è un modo piuttosto solido per far vibrare le parti basse.
    Spero di poterti preso incontrare di persona e per il momento… un abbraccio!

  4. V ha detto:

    Grazie Franz!
    Mi ero espressa malissimo, è proprio dal perineo che la “prima nota” dovrebbe partire per poi risalire.
    Anche se da lontano, anche se -da me- mal espresso, anche se difficile e solo per iscritto, la tua chiara, gentile e disponibile risposta è stata illuminante.
    Non sapendo come ringraziarti non posso che dirti: Grazie, Grazie e ancora Grazie!
    E Buon tutto a noi, solstizio invernale compreso ^_^
    V

    • Francesco Franz Amato ha detto:

      Ehi! Nulla di speciale! Grazie a te e ottimissime feste, Natale, Capodanno e anno nuovo!
      Un abbraccio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *